LUIGI BRESSAN

LUIGI BRESSAN

VESCOVO DI TRENTO

Vescovo di Trento.

Energia 100% rinnovabile entro il 2050

A quattro mesi dalla Conferenza di Parigi sul Clima, in cui i vertici internazionali saranno chiamati a definire i nuovi obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra, l’Arcivescovo di Trento, Luigi Bressan, lancia una petizione per una transizione totale alle fonti di energia rinnovabile entro il 2050.

Papa Franceco con la sua Enciclica Laudato SII, ha invitato la società civile e, in particolare il mondo cattolico, a mobilitarsi per la difesa “della Casa Comune” e le risposte non si sono fatte attendere. Focvis, Federazione degli Organismo Cristiani Servizio Internazionale Volontariato, ha cominciato a muoversi insieme alla Coalizione Italiana per il Clima, con la rete Cidse, Coopération Internationale pour le Développement et la Solidarité, e con altri organismi internazionali, per sensibilizzare e creare un movimento sociale e ambientalista che spinga i leader del mondo ad assumere impegni ambiziosi.

Ecco la petizione lanciata dal Vescovo di Trento Luigi Bressan che scrive al segretario generale delle nazioni unite, Ban Ki-moon e al Presidente Mattarella, affinché i leader della Terra adottino un impegno forte per una transizione totale alle fonti di energia rinnovabile entro il 2050.

La lettera di Bressan

“I cambiamenti climatici sono una delle sfide morali più grandi dell’era presente. Minacciano la salute del pianeta e della popolazione mondiale, in particolare i poveri e i più vulnerabili. Mettono in pericolo il futuro dei nostri figli e tutto ciò che ci è caro.

È giunto il momento, per tutti noi, di svegliarci e agire uniti: nelle nostre comunità locali e nazionali, sia globalmente che nella nostra quotidianità. In qualità di cittadini animati dalla fede e dalle altre tradizioni morali, siamo coscienti che agire sui cambiamenti climatici è un importante obbligo morale.

Ci rivolgiamo a voi in quanto responsabili politici affinché rispondiate urgentemente alle minacce provocate dai cambiamenti climatici, provvedendo al conseguimento del 100% di energia rinnovabile da raggiungere come meta entro il 2050. Occorrono azioni coraggiose come questa per contenere la crescita della temperatura globale al di sotto dell’inaccettabile soglia dei due gradi, eliminando l’inquinamento di carbonio e riducendolo a zero, investendo risorse in sistemi di sviluppo sostenibile per costruire un mondo più fiorente, equilibrato e inclusivo.

Ci impegniamo solennemente a fare la nostra parte, assumendoci la responsabilità morale di curare il nostro mondo e di aiutarci reciprocamente, sforzandoci di vivere meglio la nostra esistenza, in modo più sostenibile, con maggiore gioia e armonia.

Agiamo ora, con coraggio e insieme, costruendo una vita migliore per tutti!”

Firma anche la petizione!

  19 Agosto 2015
Centro per la Cooperazione Internazionale
Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani
Osservatorio balcani e caucaso