Nuovi CRITERI  di accreditamento dal  MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI e L'ACIS

Nuovi CRITERI di accreditamento dal MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI e L'ACIS

Il Ministero degli Affari esteri e l'Aics, Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo, hanno modificato le regole che erano state redatte nel gennaio 2016.

"Ci siamo resi conto che erano troppo restrittive e numerosi enti rimanevano fuori. Ci siamo riuniti con loro e dopo sei mesi di lavoro abbiamo concordato i cambiamenti necessari", spiega Mario Giro, viceministro degli Esteri.

Cooperazione internazionale, si cambia. Dal 21 dicembre 2017 sono operativi i nuovi criteri di accreditamento all’Aics, Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo, ente del Ministero Affari esteri. "Quelli emanati nel 2016 sono stati criticati da molte organizzazioni perchĂ© troppo restrittivi, ispirati ancora alla logica della legge 49/87. Da qui la necessitĂ  di un cambiamento, concordato con la stessa societĂ  civile”, spiega Mario Giro, viceministro degli Esteri. “Ci siamo resi conto che i criteri tradivano lo spirto della nuova legge e c’erano troppe barriere all’entrata, molti soggetti non riuscivano a iscriversi. Per questo nel maggio 2017 abbiamo redatto un libro bianco per l’allargamento dei criteri e da luglio a dicembre si è riunito un tavolo di lavoro con gli enti coinvolti che ha portato alla revisione finale”, aggiunge Giro. Il nuovo documento è disponibile integralmente sul sito dell’Aics (a questo link).

Fonte: http://www.vita.it/it/article/2018/01/09/cooperazione-internazionale-ecco-i-nuovi-criteri-per-accedere-ai-bandi/145568/

  12 Gennaio 2018
Centro per la Cooperazione Internazionale
Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani
Osservatorio balcani e caucaso